Per il nono anno è tra i primi 5 candidati PCT con oltre 29.000 domande archiviate in totale

22 marzo 2019, Shenzhen, Cina – ZTE Corporation, uno dei principali player al mondo per soluzioni di telecomunicazioni, enterprise e consumer technology per internet mobile, ha annunciato oggi di aver presentato, lo scorso anno, 2.080 domande di brevetto nell’ambito Patent Cooperation Treaty (PCT). Secondo l’ultima tabella annuale dei richiedenti brevetti stilata dall’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale, ZTE è al quinto posto assoluto nel numero di applicazioni PCT pubblicate nel 2018. In totale, le domande di brevetto cumulativo PCT della società sono oltre 29.000.

Per il nono anno consecutivo ZTE è tra i primi 5 candidati PCT in tutto il mondo. Per tre volte (nel 2011, 2012 e 2017) ha ottenuto il primo posto nelle domande di brevetto PCT. Al 31 dicembre 2018 ZTE aveva depositato complessivamente oltre 73.000 brevetti a livello globale, 35.000 dei quali concessi in tutto il mondo.

ZTE ha intensificato il suo investimento nell’arena 5G, di cui è uno dei principali attori e contributori alle ricerche e alla standardizzazione tecnologica. Ad oggi ZTE ha presentato oltre 7.000 proposte NG/NexGenCore 5G e oltre 3.000 domande di brevetto 5G a organizzazioni internazionali, come 3GPP. Inoltre, ZTE ha presentato oltre 1.200 famiglie di brevetti standard essenziali 3GPP 5G (SEP) all’Istituto Europeo per le Norme di Telecomunicazione (ETSI), con oltre 300 brevetti relativi ai dispositivi 5G.

ZTE è pronta per la commercializzazione end-to-end 5G per la realizzazione di implementazioni complete dei prodotti in settori chiave quali wireless, trasporto, rete core, applicazioni verticali di settore e dispositivi, e ha completato i layout di proprietà intellettuale in questi campi, volti a garantire la esecuzione di servizi 5G.

ZTE ha ampiamente collaborato con 30 operatori globali in 5G, mantenendo la sua posizione di leader del settore nelle pratiche di rete commerciale delle tecnologie chiave 5G.